Prima elementare
images/ccb/foto1.jpg

Cari genitori, cari insegnanti, vi invitiamo a scoprire con i vostri bambini, il viaggio di un  cibo molto apprezzato dai piccoli: il cacao.

Partiamo da un semplice disegno dell'alimento preferito: il bambino dovrà descriverlo, esprimendo ciò che conosce in merito alla sua provenienza. Nel frattempo, utilizzando una cartina del mondo (carta di Peters) realizzata applicando la sagoma colorata dei vari continenti sopra un enorme foglio bianco, l'adulto spiegherà la  provenienza del prodotto, in questo caso il cacao, il suo percorso sino al raggiungimento dello scaffale di un supermercato. Si potrà arricchire la ricerca facendo realizzare ai bambini disegni, da incollare sulla mappa dei continenti, inerenti agli animali, le piante, le città di quella parte della terra. Infine, per personalizzare lo studio, ogni bimbo potrà preparare una cartellina con titolo " sapori del mondo", nella quale custodirà tutte le schede informative dei prodotti esotici esaminati insieme al genitore o all' insegnante.

Per conoscere l'albero del cacao bisogna compiere un viaggio lontano e curioso, fino ad arrivare all'area definita "the cocoa belt" localizzata nei Paesi della fascia tropicale, in Africa occidentale (Costa d'Avorio, Nigeria, Congo, Camerun) e in gran parte dell'America Latina (centro e sud America). I frutti dell'albero di cacao (alto 12 metri) si chiamano "cabosse" ed il loro gusto varia a seconda del tipo di pianta, suolo, temperatura, sole e piogge. La pianta del cacao ha necessità di almeno cinque anni, perché possa dare i primi frutti. Ogni albero produce 20/50 cabosse all' anno: ogni cabossa contiene dai 20 ai 40 semi o fave di cacao. Per ottenere un chilo di cacao sono sufficienti 10 cabosse. Il passaggio successivo è l'essiccazione delle fave al sole, dopo la loro raccolta con un machete e la loro fermentazione. Esposte all'aria aperta le fave vengono periodicamente girate, per poi confezionare i semi di cacao in sacchi di iuta per il consumo locale o per essere spediti verso le aziende produttrici del mondo. Prima di essere trasformati in cacao o cioccolato, i semi vengono tostati, assumendo il caratteristico colore del cacao. Si completa il gusto e si sviluppano gli aromi tipici del cioccolato. Dopo che i gusci vengono rimossi dai semi tostati, comincia la macinazione (così la granella è più fine) e l'esposizione ad alte temperature. Si genera allora il liquore di cacao usato per produrre il goloso cioccolato oppure, se ulteriormente lavorato, si ottiene il burro di cacao e la polvere di cacao: un golosissimo lieto fine.

Chiesa Cristiana Brianza

 

Facebook Twitter

Youtube

 

Via Monza 11, 20851 Lissone MB

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Enzo     +39 338 5246873
Elio    +39 392 6980588

 

Alleanza Evangelica Italia

Alleanza Evangelica Europea

Alleanza Evangelica Mondiale

 

 

News da Evangelici.net

evangelici.net

Appuntamenti a Lissone

12 Giugno 2021