Diario di bordo
images/ccb/foto1.jpg

Partendo da un incontro domenicale due amiche si sono date appuntamento per conoscersi meglio. Qualche mese fa il gruppo si è ampliato e ci siamo ritrovate in sette amiche, per coltivare questo bisogno di vicinanza e convivialità. Da questa necessità è emerso, col tempo e la frequenza, un desiderio più profondo: discernere i rispettivi temperamenti, un viaggio alla scoperta del proprio mondo interiore e di quello delle altre. È nato così il gruppo "Conosci te stesso" che ha preso spunto dalla lettura di un interessante libro, "Sviluppa la tua personalità" di Florence Littauer.

Questo viaggio al cuore dell'io, simpatico, leggero e divertente, ci ha spinto ed incuriosito rispetto alla nostra identità, costituita di punti di forza e fragilità; ha conferito al gruppo consapevolezza, empatia oltre ad intuitività ed intimità. Ha migliorato e rinforzato la dinamica del gruppo tanto da indurci a proseguire il percorso iniziato, con la lettura di un successivo testo: titolo: "Lo Straniero".

 

Si parte

Ci sentiamo marinaie pronte all'avventura. Cosa ci riserverà il prossimo viaggio? Un'esplorazione interessante per approcciarci ad uno "Straniero". Di questo uomo misterioso si è detto parecchio: un nome che è davvero una garanzia e che propone un programma " a lunghissimo termine" ... ma pur sempre uno sconosciuto ... . La traversata di questo mare interiore ed esteriore deve procedere; ormai ci siamo immedesimate in questo ruolo di naviganti impavide e navigate e non perché abbiamo esperienza o coraggio da vendere ... tutt'altro! Il nostro desiderio sarebbe  quello di solcare solo acque limpide e tranquille, ma questo capitano "straniero" vuole avventurarsi altrove, nell'impossibile! È vero che porta un nome "gagliardo", Jeshua ... cioè "Dio salva", ma solo per questo motivo dovremmo sentirci in una botte di ferro?

 

L'isola della creatività

Sicuramente vi sarete chiesti come sta procedendo questo viaggio avventuroso in compagnia del nostro Capitano misterioso, "il fantomatico Straniero". Il viaggio è a buon punto e ci stiamo avvicinando, frementi e curiose, ad una tappa il cui nome è davvero un programma: "l'isola della creatività". Che meraviglia! Il gruppo delle naviganti non sta più nella pelle ... Su questa fantastica terra potremo mettere a frutto tutta l'espressività, l'immaginazione, le emozioni che avevamo segregato nei cassetti del cuore. Questo Straniero è proprio un genio perché oltre ad un viaggio incredibile ci ha permesso di esplorare la nostra potenzialità creativa e di farne dono ad altri naviganti arditi e curiosi. Come si presenta questo luogo dell'anima verso cui stiamo attraccando? È un'isola felice dove ogni persona, senza limite d'età, può sostare per ricaricare le batterie con una buona lettura. Ecco che, magicamente, sulla spiaggia della creatività, ritroviamo un personale messaggio in bottiglia ... qualcuno l'ha scritto  per ciascuno di noi: è un invito a "leggere con il cuore", ad emozionarsi, ascoltarsi, coccolare e ristorare la propria anima, entrare in contatto con l'essenza, per regalare a chi ama questo suo tesoro nascosto.

Allora approdiamo fiduciose sulla fantastica isola della creatività, per farci contagiare dalla sua atmosfera avventurosa ed intrigante!

 

L'albero del sapere

Strano però....non vediamo palme, né piante di datteri, banane o noci di cocco! Come faremo a nutrirci? Sull'isola della creatività si può approdare solo se hai desiderio di alimentare il tuo cuore, la tua sorgente vitale. Allora marinaie non demordiamo ... ! Ed ecco che con nostra meraviglia, ci compare un maestoso albero, fitto di rami, dai quali penzolano libri di ogni colore e forma: il famoso "albero del sapere". Con immensa gioia e "grande appetito" lo prendiamo d'assalto.

Ora che abbiamo scovato questo tesoro siamo compiaciute e soddisfatte: ma questa ricchezza non possiamo trattenerla! Forti del sostegno di un eminente Lucio Anneo Seneca (se l'ha detto lui possiamo credergli!) che "nessun bene senza un compagno dà gioia", il gruppo delle naviganti decide di condividerlo. Così da apprendiste marinaie ci imbarchiamo nuovamente: questa volta però non per solcare il mare ma per un viaggio alla ricerca dei nostri talenti, che la visione dell' albero del sapere ci ha stimolato. Inoltre dobbiamo onorare il nome dell' isola creativa... e che fare di meglio se non piantare altri alberi insieme ad altri viaggiatori dell'anima? Come faremo? "L'unione fa la forza" ... Con questo motto nel cuore ci consoliamo e vinciamo  dubbi e timori iniziali. Pertanto, superate le inquietudini interiori, la partenza si presenta più agevole e sicura; ognuna di noi dovrà collaborare a questa "semina" con le proprie capacità ed inclinazioni!

Il gruppo delle "naviganti creative" si appresta così ad una nuova avventura, questa volta "letteraria" che non si sa dove le condurrà, ma sicuramente trasformerà la loro mente ed il loro vivere ... Volete essere dei nostri? Le iscrizioni come "viaggiatori dell'anima" sono sempre aperte!

 

Perle di saggezza

Nel nostro incedere "letterario", come naviganti creative, ci siamo imbattute in una "viaggiatrice dell'anima" eccezionale. Il suo nome è Madre Teresa, al secolo: Anjeze Gonxche Bojaxhin, una piccola donna con un cuore immenso! Religiosa albanese di fede cattolica ha fondato la Congregazione  delle Missionarie per la carità, dedicate alla cura dei più poveri tra i poveri. Sulla sua tomba, a Calcutta, è stata incisa una frase del Vangelo di Giovanni: "Amatevi gli uni gli altri, come io ho amato voi".

Per rimanere attive ed al passo con quest'audace ed instancabile esploratrice dell'anima e carpirne i segreti della gioia e dell'energia, come gruppo delle naviganti creative decidiamo di approcciarci ad un suo libro : "24 proposte per una vita felice" ... Sinceramente siamo un po' perplesse ... sembra il titolo di una fiction! Ma questo vademecum della felicità sarà davvero efficace per risolvere le difficoltà quotidiane? Con tale quesito nella testa il gruppo si rimette in cammino ... niente valigie, niente pacchi ... solo un piccolo zaino carico di curiosità ed entusiasmo. Così ci prepariamo per il viaggio, sulle tracce della nostra piccola, grande donna ed alla ricerca delle sue perle di saggezza.
 
 
 
Tratto dal libro: Con Madre Teresa, 24 proposte per una vita felice
Autori: Luigi Guglielmoni - Fausto Negri
Edizioni: Paoline
 
 

L'accoglienza migliore? Il sorriso

Il sorriso non si riduce al movimento di alcuni muscoli facciali né si limita ad un'espressione del volto umano, ma rivela l'armonia interiore di un soggetto e la pace del suo cuore; supera la distanza tra le persone, favorisce la loro relazione, veicolando più facilmente il dialogo e l'empatia. Se sincero, a ogni età e latitudine il sorriso è come un seme carico di futuro, come la chiave che apre una porta, come il superamento di ostacoli, come l'avvio o la conferma di una storia comune.
Il sorriso non costa nulla: è un dono che si riceve e si può regalare, racchiude un potere curativo e in alcuni casi riesce a cambiare in meglio la propria giornata ...
continua ...

 
 

Il valore di un sorriso

(Padre Federico Faber)
 
Donare un sorriso rende felice il cuore.
Arricchisce chi lo riceve
senza impoverire chi lo dona.
Non dura che un istante, 
ma il suo ricordo rimane a lungo.
Nessuno è così ricco da poterne farne a meno
né così povero da non poterlo donare.
Il sorriso crea gioia in famiglia,
dà sostegno nel lavoro
ed è segno tangibile di amicizia.
Un sorriso dona sollievo a chi è stanco,
rinnova il coraggio nelle prove,
e nella tristezza è medicina.
E poi se incontri chi non te lo offre,
sii generoso e porgigli il tuo:
nessuno ha tanto bisogno di un sorriso
come colui che non sa darlo.
 
 
 

Sulle strade del mondo

Mentre ripercorriamo le orme di Madre Teresa e del suo tesoro, nel nostro peregrinare, rimaniamo ammaliate dalla bellezza dell'universo, dalla diversità della vita e delle culture nelle quali ci imbattiamo. Culture eterogenee ed interessanti, tutte degne di rispetto, che ci inducono a carpire e ad assaporare la grande armonia sulla quale il mondo si regge, che scaturisce da questo "concerto" di diversità. Ci tuffiamo in questa nuova esplorazione ...

Sei pronto a seguire le impavide naviganti? ...

  • Giappone
  • Repubblica democratica del Congo
  • Germania
  • Messico
  • Isole Fiji

 

Impronte di pace

Abbiamo viaggiato senza sosta, in lungo e in largo, scoperto luoghi magici, incantevoli. Ora è tempo di gettare l'ancora, per seguire un itinerario interiore. Mettere a frutto i talenti, la creatività, le capacità celati nell'anima e farne dono, con piccoli gesti di amore e sollecitudine: in questo modo saremo attivi costruttori di pace, in un mondo tumultuoso.

 

Esperienze di vita

Se dovessi disegnare la vita, la rappresenterei come un'immensa tavolozza sulla quale sono improntati migliaia di colori e di sfumature.

Quelli pastello, della primavera, per esprimere i giorni della gioia, della vitalità, della creatività; le tinte calde dell'estate a simboleggiare i momenti della passione, dell'amore, dell'amicizia, degli ideali. I colori autunnali per rappresentare i periodi della tristezza, della riflessione ma anche quelli della ricerca e delle domande. Infine pennellate di colori freddi, intensi, per l' inverno, quando siamo sopraffatti da giorni di sofferenza, dolore, vecchiaia,  solitudine, ma dai quali possono scaturire saggezza, maturità, profondità.

La vita, nella sua essenza, racchiude tutti i colori, i quali si mescolano e si confondono in un'alternanza di sfumature che abbracciano tutta la gamma dei sentimenti, delle emozioni, dei pensieri dell'esperienza umana.

Ogni colore va' ad imprimersi sul quadro che ci appartiene, di cui siamo i pittori - autori, ma non casualmente, bensì con un significato preciso, quello di ricondurre ciascuno di noi a quel viaggio interiore che ha come meta la conoscenza del sé, degli altri e del significato della vita.

Fausta Giovanelli

 

UN'IMMAGINE FLUTTUANTE

Non si spegnerà mai 
il ricordo di te, mamma.
Avevi per me
sorrisi da afferrare 
e carezze da condividere.
Ti preoccupavi
 dei miei passi
anche quando già
guardavo il mondo
con i miei occhi.
Nelle tue preghiere
c'era il mio sogno
e la tua guida costante
mi ha aperto il sentiero 
per raggiungerlo.
Quando ti penso
m' inonda un pianto silenzioso
dove può annegare
la disperazione della mia anima.
Ed io sono qui
a scrutare ancora dal bozzolo
delle mie ignote potenzialità
brecce di futuro, cercando di sfuggire
agli spettri delle mie incertezze.
Nella mente sei
un' immagine fluttuante.
Si risvegliano memorie lontane
che riaccendono il sorriso,
se mi abbandono al vento dell'amore
che mi hai donato a piene mani.
 
Giusy Guarino
 
 

CAMPANE

Eco di gioia, dolore, allegria,
battito d'ali che si perde lontano,
dentro al profondo dell'anima mia.
 
 

 

Chiesa Cristiana Brianza

 

Facebook Twitter

Youtube

 

Via Monza 11, 20851 Lissone MB

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Enzo     +39 338 5246873
Elio    +39 392 6980588

 

Alleanza Evangelica Italia

Alleanza Evangelica Europea

Alleanza Evangelica Mondiale

 

 

News da Evangelici.net

evangelici.net

Appuntamenti a Lissone

31 Luglio 2021