Chi è: 

E' il personaggio più importante della storia della Repubblica Democratica del Congo. Nato ad Onalua il 2/7/1925 fu primo ministro tra giugno e settembre 1960.

Padre dell'indipendenza e della rinascita africana che negli anni sessanta sembrava promettere un grande futuro di libertà al continente. Le autorità belghe e soprattutto le compagnie minerarie però non tolleravano questa indipendenza piena ed intera: una buona parte dell'amministrazione ed i quadri dell'esercito rimanevano belgi. 

 

Perché è famoso?

Lumumba sfidò l'ex potenza coloniale, decretando "l'africanizzazione" dell'esercito. La visione di Lumumba era anticolonialista, antisecessionista, antimperialista. Mirava ad una maggiore giustizia sociale ed autonomia del Paese, diminuendo il potere e l'influenza delle tribù.

Venne assassinato in modo brutale il 17 gennaio 1961. Seppellito e poi dissepolto, il suo corpo fu squartato e dissolto nell'acido. I carnefici furono soldati congolesi ma i registri del delitto implicarono autorità coloniali metropolitane e militari belgi, con l'appoggio della Cia, alleati a politici ed uomini d'affari congolesi e legati a doppio filo, negli ambienti più oltranzisti del colonato belga.