Cosa vuol dire teatro? La parola deriva da un vocabolo greco e successivamente dal latino "theatrum" e significa guardare, essere spettatore: era riferito sia all'edificio per le rappresentazioni drammatiche, che per le assemblee per pronunciare orazioni.

Il teatro ha origini antichissime, è una delle prime manifestazioni culturali dell'uomo. Nelle prime civiltà il teatro è legato a due termini: rito e mito. In occidente la storia del teatro parte dalla Grecia, culla della nostra civiltà. Il teatro è una finestra sul mondo, vuole rappresentare storie e trasmettere messaggi, per innescare un'apertura mentale nei confronti del nuovo e del differente, sviluppando modi di osservazione e di pensiero lucidi. Ecco l'importanza di celebrare la giornata mondiale del teatro, creata a Vienna nel 1961, durante il IX congresso mondiale dell' Istituto Internazionale di Teatro (I.T.I). L'obiettivo è di  incoraggiare gli scambi nel campo della conoscenza e della pratica delle arti della scena; stimolare ed allargare la cooperazione fra le persone di teatro, al fine di sensibilizzare  l'opinione pubblica riguardo alla creazione artistica come mezzo per la comprensione reciproca ed il rafforzamento  dell' amicizia e della pace tra i popoli.