La rabbia è un sentimento primordiale, di base, determinato dall'istinto di difendersi per sopravvivere nell'ambiente in cui ci si trova.

La rabbia quindi, inizialmente, ha una funzione adattiva per gli esseri umani. La rabbia può essere espressa o soffocata, diventando rabbia repressa.Ci sono varie sfumature e manifestazioni della rabbia: momenti di picco emotivo (collera) oppure picchi emotivi minimi (fastidio, irritazione). 
È fondamentale riconoscere quest'emozione, spesso causata da stress o eccessiva emotività, non reprimerla, ma trovare dei canali dove dirigerla, affinché non distrugga la persona e tutti quelli che le sono vicino.
Per allentare la tensione fisica, lo sport, l'attività fisica, la palestra sono utilissimi, oltre a varie tecniche di rilassamento come yoga, meditazione, aromaterapia, musicoterapia.
Qualora il malessere diventasse cronico e consolidato è necessario l'intervento di uno specialista di "psicoterapia cognitiva" per modificare abitudini e comportamenti errati.