Messico

Città: Città del Messico, Monterrey, Puebla, Guadalajara

Distanza: 12 ore e 16 minuti
Popolazione: 112,3 milioni di abitanti
Ricetta tipica: Tacos - tortillas di mais ripiena
 
Arte: 
 
Religione: la religione più praticata è quella cattolica, seguono i protestanti, l'animismo. Alcuni amerindi (nativi americani) praticano una religione sincretista.
 
Personaggio famoso: Emiliano Zapata Salazar: rivoluzionario messicano
 
Le tre curiosità:
  • Il Messico è il maggior consumatore di Coca Cola procapite
  • Città del Messico è la città con più musei
  • Il Messico ha il vulcano più piccolo del mondo (13 metri)
 
Parole:
  • Comida:   cibo
  • Suerte:    fortuna
  • Sonrisa:  sorriso

 

 

Arte

Frida Kahlo

 
Chi è?
 
Nata a Coyoacan nel 1907, è considerata una delle più importanti pittrici messicane.
Fin da bambina dimostra di avere un carattere forte, passionale, unito ad un talento e a delle capacità fuori dalla norma. Purtroppo la sua forza di carattere compensa un fisico debole: è infatti affetta da spina bifida che i genitori e le persone intorno a lei scambiano per poliomielite, non riuscendola a curare nel modo adeguato. Nel 1925 arriva però la prova più dura: un terribile incidente le causa una frattura multipla della colonna vertebrale, costringendola, dopo 32 interventi, a rimanere bloccata a letto da busti di metallo e gesso.
 
 
Perché è famosa?
 
È nel duro periodo della sua immobilità che i genitori, per aiutarla a passare le lunghe giornate, le regalano colori e pennelli. La sua prima opera è un autoritratto che dona ad un ragazzo di cui si è innamorata. Ne seguiranno parecchi altri grazie ad uno specchio che i genitori fanno installare sul soffitto della camera di Frida, molti ispirati all'arte popolare (naif) e alle tradizioni precolombiane.
Dipingere per lei diventa un modo per affrancarsi dal dolore.
Nel 1928 si iscrive al partito comunista messicano e diventa una convinta attivista. In quell'anno conosce Diego Rivera, il più famoso pittore del Messico rivoluzionario, che nel 1929 sposa, nonostante abbia 21 anni più di lei. Il loro rapporto sarà caratterizzato dalla comune passione artistica e politica ma anche da reciproci tradimenti e separazioni. Le opere di Frida sono state spesso accostate al movimento surrealista, ma ella ha sempre rifiutato tale vicinanza, sostenendo di dipingere la sua realtà e non i suoi sogni.
Muore a 47 anni (1954) per cause ancora non del tutto certe; otto giorni prima della sua morte dipinge un quadro che è un estremo omaggio alla vita. Ritrae dei cocomeri che si stagliano, verdi e rossi, su un cielo azzurro e sulla polpa succosa di una delle fette è scritto: "Viva la vida".
Si congeda dal mondo scrivendo nel suo diario questa frase: "spero che l'uscita sia gioiosa e spero di non tornare mai indietro".