Home
images/ccb/foto1.jpg

Cosa

Incontri per approfondire la conoscenza della Bibbia, per pregare insieme, per meditare su tematiche attuali, per gioire e divertirci, per pranzare o cenare insieme, insomma cerchiamo di pensare ad ogni aspetto dell'esistenza, d'altronde siamo corpo, anima, e spirito ...    Leggi tutto

Credo

Crediamo che la Bibbia, nei suoi manoscritti originali inerranti, sia stata ispirata da Dio (2Ti 3:16-17 e 1Pi 1:3). Lo Spirito Santo ha ispirato i contenuti ai vari autori, pur rispettando la loro personalità, il loro punto di vista, il condizionamento culturale ed il loro stile letterario.  Leggi tutto

Prossimamente

Parla al mio cuore

 

 Leggi

 

Leggere per vivere bene! 

 

 

Usanze Giapponesi

  • fare rumore mentre si mangia è un segno che il cibo è delizioso ed è considerato un complimento al cuoco
  • molte aziende giapponesi tengono delle sessioni di ginnastica mattutina per i loro dipendenti
  • in Giappone è considerato maleducato soffiarsi il naso in pubblico
  • in Giappone vi sono dei locali in cui i clienti possono giocare con cuccioli di cane e gatto
  • in Giappone è obbligatorio l'apprendimento di una sola lingua straniera, l'inglese
  • i ristoranti sono soliti fornire degli asciugamani umidi prima del pasto, accompagnati da una tazza di tè verde
  • in Giappone era vietato ballare in pubblico dopo la mezzanotte; questo divieto è stato revocato nel 2015, dopo 67 anni
  • i biscottini della fortuna sono nati nel XIX secolo e sono stati realizzati per la prima volta a Kyoto
  • in Giappone esistono cinque milioni di "vending machine", una macchinetta ogni ventitré giapponesi, ossia dei distributori automatici dai quali si possono acquistare cose assurde, da mutandine usate a pesce fresco, scatole fortunate, composizioni floreali, giocattoli ed altro ...
  • tra le usanze giapponesi più strane c'è quella di festeggiare ogni anno il Kanamara Matsuri, la festa del pene di ferro. Si tratta della festa scintoista annuale della fertilità e ricorre in primavera, la prima domenica di aprile.

 

Kenzo Takada

Sviluppa la sua passione per la moda in giovanissima età.

Nel 1958 si diploma ad una scuola di moda di Tokyo dopodiché si trasferisce a Parigi.

La sua popolarità arriva nel 1970, anno in cui presentò la sua prima collezione al Vivienne Gallery. In seguito al successo ottenuto fu in grado di aprire la sua prima boutique. Nel 1971 le sue collezioni furono presentate a New York.

Nel 1978/79 tenne spettacolari sfilate di moda nel tendone di un circo, che terminavano con la sua entrata in scena sul dorso di un elefante. Contemporaneamente realizzò costumi teatro e cinema e nel 1998 anche la produzione di profumi.

Il marchio Kenzo uomo designò anche una linea di abbigliamento per uomo.

Nel 1999 Kenzo annunciò il suo ritiro dopo aver lasciato la casa di moda alla propria assistente.

Nel 2002 riapparve sulle scene come decoratore e designer di interni, lanciando anche una linea di complementi d'arredo.

Kenzo Takada è morto il 4 ottobre 2020, all'età di 81 anni, proprio durante la settimana delle sfilate di moda parigine, per complicanze dovute al Covid 19.


 

Kintsugi

I Giapponesi che hanno inventato il Kintsugi usano tale tecnica di riparazione consiste nell'incollare i frammenti dell'oggetto rotto con una lacca giallo rossastra naturale e nello spolverare le crepe che attraversano l'opera ricomposta  con della polvere d'oro. Il risultato è strabiliante: il manufatto è striato d'oro, percorso da linee che lo rendono nuovo, diverso, bellissimo. La casualità determinata dalla rottura, rende gli oggetti redivivi grazie al Kintsugi: tutti differenti tra loro e dunque unici, oltre che pregevoli per via del metallo prezioso che li decora.

La filosofia che ne è alla base è che la vita consta non soltanto di integrità, ma anche di rottura e, come tale va accolta. Il Kintsugi attraverso l'arte, ci dimostra che da una ferita risanata, dalla lenta riparazione conseguente ad una rottura, può rinascere una forma di bellezza superiore. D'altronde, anche le perle nascono dal dolore, dalla sofferenza di un'ostrica ferita da un predatore: altro non è, una perla, che una ferita cicatrizzata.

 

 

Usanze della repubblica democratica del Congo

  • Il parco nazionale più antico in Africa è il Parco Nazionale Virunga del Congo. È sede di gorilla di montagna, leoni ed elefanti. Il parco è attualmente minacciato dalla compagnia petrolifera del Regno Unito, la Soco che ha iniziato l'esplorazione petrolifera lì.
  • Una caratteristica nella cultura del Congo è la sua musica. Il Congo ha unito le sue origini musicali etniche a rumba cubana e merengue, per dare vita a "Soukous"
  • Il matrimonio in Congo è una festa corale dove gli sposi non sono i soli protagonisti
  • L'abbigliamento tradizionale congolese era costituito da abiti realizzati in rafia e usando i sottili fogli ricavabili dalla corteccia di certi alberi. Oggi questo tipo di vestiti viene impiegato solo in particolari circostanze rituali o cerimoniali.
  • La letteratura congolese di epoca precoloniale comprende una vasta tradizione orale di racconti, favole, poesie. Spesso queste sono declamate con l'accompagnamento di tamburi. Particolarmente noto è il Mwindo, un poema epico in prosa e versi del popolo Nyanga.

 

Chèri Samba

Chi è:
 
Artista e pittore contemporaneo del panorama africano.
Nato in Congo il 30 dicembre 1956, vive a Kinshasa e a Parigi. All'età di sedici anni entra in contatto con artisti congolesi, guadagnandosi da vivere con i fumetti. Disegnatore di cartelloni pubblicitari, esordisce in occidente nel 1989, con la mostra "Le magiciens de la terre" esposta al Centro Pompidou di Parigi.
 
Perché è famoso 
 
Le opere di Samba vogliono trasmettere all'osservatore il suo punto di vista e la sua interpretazione della vita quotidiana in Congo. Tratta temi legati alla sua terra: i costumi, la corruzione politica, il dramma dell'aids, la prostituzione, le leggende popolari. Le sue opere fanno parte delle principali collezioni museali al mondo, da quella del Centre Pompidou di Parigi a quello del MoMa di New York. Nel 2007 ha esposto anche alla Biennale di Venezia.

 

 

 

Usanze della Germania

  • La più grande festa in Germania si chiama OKTOBERFEST ma si svolge in settembre
  • La birra è la bevanda nazionale della Germania ed è parte integrante della cultura tedesca. I bavaresi detengono il primato mondiale di bevitori di birra (con una media annuale di 250 litri a testa). Attualmente in Germania ci sono 1300 birrifici e ben 5000 tipi di birra
  • In Germania si possono trovare 300 varietà diverse di pane
  • La parola più lunga in lingua tedesca ha ben 79 lettere: DONAUDAMPFSCHIFFFAHRTSELEKTRIZITATENHAUPTBETRIEBSWERKBAUUNTERBEAMTENGESELLSCHAFT e significa "Associazione dei sottufficiali per la gestione dell'ufficio centrale della compagnia di battelli elettrici sul Danubio"
  • In Germania sono state inventate tantissime cose che utilizziamo a partire dalla stampa, l'insulina, i giornali (il primo fashion magazine è nato in Germania nel 1586), l'automobile, le lenti a contatto, la scuola materna e l'aspirina
  • Esiste una legge che regola la purezza della birra in produzione il REINHEITSGEBOTT (decreto di purezza), una norma promulgata da Guglielmo IV di Baviera nel 1516. Nel decreto originale si legge che per produrre la birra si possono usare solo tre ingredienti: il luppolo, l'acqua e l'orzo. Ai giorni nostri il REINHEITSGEBOTT è stato sostituito da VORLAUFIGES DEUTSCHE BIER GESETZ, ossia la legge provvisoria sulla birra tedesca che modifica in parte igli ingredienti da utilizzare
  • Il MAIBAUM è tradizionalmente un tronco addobbato che si usa esporre in moltissime zone della Germania la vigilia del 1° maggio in occasione della festa di maggio (MAIFEST). Solitamente sono di grandi dimensioni e sono decorati in modo diverso da zona a zona.
  • Non tutti conoscono la leggenda di Loreley, una delle più belle leggende in Germania. Loreley era una bellissima ondina del fiume Reno che grazie alla sua bellezza ed alla sua dolcissima voce, riusciva a distrarre i marinai, facendo naufragare le navi che percorrevano il fiume. La figura di Loreley si trova spesso nei componimenti dei poeti romantici tedeschi, il più bello dei quali rimane " DAS LIED DER LORELEY" di Heinrich Heine

 

Johann Sebastian Bach

 

Chi è: 

Compositore e musicista tedesco del periodo barocco.

Nato ad Eisenach il 31 marzo 1585, ultimo di sette figli, da una famiglia di musicisti professionisti, è considerato uno dei geni nella storia della musica. Trascorse un'esistenza semplice e modesta, lontano dai grandi centri europei della musica (Vienna, Parigi, Londra, Venezia, Roma), al servizio di comunità luterane e di piccole Corti. Morì a Lipsia nel 1750 dopo essersi sottoposto ad un'operazione agli occhi che gli aveva notevolmente affievolito la vista.

 

Perché è famoso:

La sua musica si contraddistingue per la complessità dell'armonia e per la sintesi originale che operò fra lo stile tedesco e le opere dei compositori italiani. Polistrumentista: suonava sia strumenti a tastiera che ad arco, noto soprattutto come organista e compositore. Le sue opere sono notevoli, sia per la bellezza artistica che per la profondità intellettuale, nonché per la padronanza dei mezzi tecnici ed espressivi.

 

Festival internazionale del cinema di Berlino

È un festival che si svolge ogni anno nel mese di febbraio, nella città di Berlino per la durata di undici giorni. Nato nel 1951, con gli anni ha assunto sempre maggior prestigio.

Ogni anno attira circa 500.000 visitatori da tutto il mondo ed ospita in media oltre 20.000 addetti ai lavori, provenienti da 120 Nazioni. Il premio principale della manifestazione è l'Orso d'oro, assegnato al miglior film, ogni anno. Dal 1982 viene conferito anche l'Orso d'oro alla Camera, e dal 1986 è stata introdotta la Berlinale Kamera, premio onorifico destinato a personalità ed istituzioni cinematografiche che nel corso degli anni hanno dato un importante contributo al Festival.

 

 

Usanze del Messico

  • La parola Messico significa "nell'ombelico della luna"
  • Il vulcano più piccolo del mondo si chiama Cuexcomate e si trova a Puebla. È un vulcano inattivo e misura solo 13 metri
  • Il Messico è il maggior produttore di argento al mondo
  • Il maggior consumatore di Coca Cola procapite
  • Il Messico è il paese che conta più taxi (60.000 circa)
  • Città del Messico è la città con più musei
  • Il Messico ha il servizio telefonico più costoso nel mondo
  • Il calendario Maya (317 d.C) e quello Azteco (1300 d.C) contano con lo stesso numero di giorni (365) del calendario moderno
  • Nella bandiera messicana il verde rappresenta la speranza, il bianco l'unione ed il rosso commemora il sangue versato dagli eroi della nazione.
  • L'aquila ed il serpente sul cactus, al centro, indicano secondo la leggenda azteca, la città più importante della civiltà azteca, su cui poi si sarebbe costruita Città del Messico

 

Frida Kahlo

 
Chi è?
 
Nata a Coyoacan nel 1907, è considerata una delle più importanti pittrici messicane.
Fin da bambina dimostra di avere un carattere forte, passionale, unito ad un talento e a delle capacità fuori dalla norma. Purtroppo la sua forza di carattere compensa un fisico debole: è infatti affetta da spina bifida che i genitori e le persone intorno a lei scambiano per poliomielite, non riuscendola a curare nel modo adeguato. Nel 1925 arriva però la prova più dura: un terribile incidente le causa una frattura multipla della colonna vertebrale, costringendola, dopo 32 interventi, a rimanere bloccata a letto da busti di metallo e gesso.
 
 
Perché è famosa?
 
È nel duro periodo della sua immobilità che i genitori, per aiutarla a passare le lunghe giornate, le regalano colori e pennelli. La sua prima opera è un autoritratto che dona ad un ragazzo di cui si è innamorata. Ne seguiranno parecchi altri grazie ad uno specchio che i genitori fanno installare sul soffitto della camera di Frida, molti ispirati all'arte popolare (naif) e alle tradizioni precolombiane.
Dipingere per lei diventa un modo per affrancarsi dal dolore.
Nel 1928 si iscrive al partito comunista messicano e diventa una convinta attivista. In quell'anno conosce Diego Rivera, il più famoso pittore del Messico rivoluzionario, che nel 1929 sposa, nonostante abbia 21 anni più di lei. Il loro rapporto sarà caratterizzato dalla comune passione artistica e politica ma anche da reciproci tradimenti e separazioni. Le opere di Frida sono state spesso accostate al movimento surrealista, ma ella ha sempre rifiutato tale vicinanza, sostenendo di dipingere la sua realtà e non i suoi sogni.
Muore a 47 anni (1954) per cause ancora non del tutto certe; otto giorni prima della sua morte dipinge un quadro che è un estremo omaggio alla vita. Ritrae dei cocomeri che si stagliano, verdi e rossi, su un cielo azzurro e sulla polpa succosa di una delle fette è scritto: "Viva la vida".
Si congeda dal mondo scrivendo nel suo diario questa frase: "spero che l'uscita sia gioiosa e spero di non tornare mai indietro".

 

 

 

 

Usanze delle isole Fiji

  • quello Figiano è considerato tra i popoli più ospitali al mondo
  • non bisogna dimenticare il famigerato" Fiji time", un andamento lento, senza preoccupazioni, senza orari particolari da rispettare. Uno stile di vita rilassato
  • i turisti quando si congedano vengono salutati con una famosa canzone: una specie di addio che suona più come un arrivederci.

È "l'ISA LEI", un rito di rispetto verso l'ospite: uomini e donne Figiani si dispongono su due file, vestiti con abiti a festa e con fiori tra i capelli, e scandiscono i nomi dei turisti che vanno via, poi intonano senza strumenti musicali e con molto orgoglio, la loro canzone tipica

  • nelle isole Figi permangono diversi miti e leggende: per esempio quella dell'uccello Matamanoa, una specie di procellaria notturna che magicamente sembra camminare sull'
    acqua.
  • una delle arti più frequentemente praticata è la danza e gli spettacoli di "Meke", basati su una tradizione orale molto sentita.

Queste danze sono tramandate di generazione in generazione e si dice che nelle loro espressioni più tradizionali, gli spiriti dell'oltretomba prendano possesso dei corpi dei ballerini. I Meke accompagnano gli eventi più importanti nella vita dell'uomo: nascita, matrimonio, chiamata alle armi, scambi di proprietà e morte.

 

Musica figiana

Come si può facilmente immaginare, il "reggae" ha avuto una grande influenza sulla musica contemporanea figiana.
Le stazioni radio più popolari trasmettono continuamente canzoni di Bob Marley e dei suoi emuli locali.
Anche se non foste fan di questo genere musicale, sappiate che fa "molto figiano" canticchiare l'ultimo successo reggae dal finestrino dell'auto, salutando e ondeggiando al ritmo del brano.
 

 

Chiesa Cristiana Brianza

 

Facebook Twitter

Youtube

 

Via Monza 11, 20851 Lissone MB

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Enzo     +39 338 5246873
Elio    +39 392 6980588

 

Alleanza Evangelica Italia

Alleanza Evangelica Europea

Alleanza Evangelica Mondiale

 

 

News da Evangelici.net

evangelici.net

Appuntamenti a Lissone