Home
images/ccb/foto1.jpg

Cosa

Incontri per approfondire la conoscenza della Bibbia, per pregare insieme, per meditare su tematiche attuali, per gioire e divertirci, per pranzare o cenare insieme, insomma cerchiamo di pensare ad ogni aspetto dell'esistenza, d'altronde siamo corpo, anima, e spirito ...    Leggi tutto

Credo

Crediamo che la Bibbia, nei suoi manoscritti originali inerranti, sia stata ispirata da Dio (2Ti 3:16-17 e 1Pi 1:3). Lo Spirito Santo ha ispirato i contenuti ai vari autori, pur rispettando la loro personalità, il loro punto di vista, il condizionamento culturale ed il loro stile letterario.  Leggi tutto

Prossimamente

Parla al mio cuore

 

 Leggi

 

Leggere per vivere bene! 

 

 

La creazione terminò con il timbro dell'approvazione divina; Dio disse che ogni cosa era molto buona. Tutto era in ordine; non c'erano dolori, malattie, né lotte per la sopravvivenza del più forte; non c'erano discordie e soprattutto, non c'era la morte.
Fra Dio e l'uomo c'era un rapporto speciale, un'amicizia e comunione significativa e profonda. L'Eden era il posto ideale in cui vivere; tutto era molto buono.
Oggi invece sperimentiamo il dolore e la malattia, e solo i più forti sopravvivono. A volte vorremmo che solo la discordia verbale fosse il problema sul nostro pianeta, invece in ogni momento vediamo che la tirannia della guerra domina in molte parti del mondo, ogni cosa va verso l'usura, si rompe o si deteriora, in ogni angolo del regno animale e umano la vita comporta una lotta continua. Il mondo non è un luogo molto buono. Cosa è successo?
 
Tratto dal Libro: "LO STRANIERO SULLA VIA PER EMMAUS"
Autore: John R. Cross
Editore: Goodseed
 

"Il Signore disse ad Abramo: "Va' via dal tuo paese ... e va' nel paese che Io ti mostrerò ..." Abramo partì, come il Signore gli aveva detto ... Abramo aveva settantacinque anni quando partì da Caran ... (Genesi 12: 1, 4).

Per Abramo questo era un grande passo; non poteva consultare un atlante, o fare una ricerca in rete, né discutere il tragitto con qualche agenzia di viaggi. Non sapeva neppure dove stava andando! Dio non glielo aveva detto. Man mano che viaggiava, doveva confidare in Dio per la guida, un giorno per volta.

La sua destinazione sconosciuta era Canaan, l'attuale Israele.

 

Tratto dal libro: "LO STRANIERO SULLA VIA PER EMMAUS"

Autore: John R. Cross

Editore: Goodseed

 

Gli Israeliti stavano imparando sempre nuove cose sul Signore; Dio provvedeva loro fedelmente cibo e acqua. La Bibbia dice che rese persino i loro calzari particolarmente resistenti: non si consumavano. Gli Israeliti avevano ora un codice morale con cui vivere. Osservare i Dieci Comandamenti non comportava essere accettati da Dio, ma questi provvedevano uno standard di vita giusto che univa la nazione. Potevano sapere ciò che era giusto e ciò che era sbagliato. Dio, inoltre, aveva mostrato all' uomo il suo amore, offrendogli un modo per essere accettato tramite la fede, evidenziato con il sacrificio di sangue. Gli Israeliti avrebbero dovuto essere eternamente grati per tutto quello che il Signore faceva per loro. Se lo erano o meno non lo sappiamo, ma le loro azioni non lo dimostravano. Cominciarono a lamentarsi, di nuovo.

 

Tratto dal libro "LO STRANIERO SULLA VIA PER EMMAUS"

Autore: John R. Cross

Editore: Goodseed

Quando cominciarono il loro lungo viaggio, gli Israeliti erano una folla disordinata. Gli Egiziani li incoraggiarono a partire velocemente riempiendoli di oggetti di valore e, senza avere il tempo di "fare i bagagli" come si deve, partirono in tutta fretta spingendo il bestiame davanti a loro. Moltiplichiamo tutti questi fattori per il numero approssimativo di circa due milioni e mezzo di persone, e possiamo facilmente dedurre quale gran confusione ne sia risultata! Mosè era il leader, ma come si fa ad urlare: "Da questa parte!" ad una moltitudine?

 

Tratto dal libro: "LO STRANIERO SULLA VIA PER EMMAUS

Autore: John R. Cross

Editore: Goodseed

 

 

La promessa di matrimonio dei Giudei era un legame molto più forte del nostro concetto occidentale di fidanzamento. In quasi tutti i sensi la coppia era considerata già sposata. Giuseppe era già indicato come marito di Maria e viceversa, eccetto che non vivevano ancora assieme e non si erano uniti sessualmente.
Secondo i costumi del tempo, ci voleva un divorzio per rompere questo fidanzamento. Immaginiamo, dunque, come potette sentirsi Giuseppe; doveva essere in profonda angoscia. Maria era incinta ed il bambino non era suo! Rivelarlo pubblicamente significava marchiare Maria di adulterio, a meno che la spiegazione dell'angelo apparsole fosse reale.
 
 

Tratto dal libro: "LO STRANIERO SULLA VIA PER EMMAUS"

Autore: John R. Cross
Editore: Goodseed
 
 
 

Chiesa Cristiana Brianza

 

Facebook Twitter

Youtube

 

Via Monza 11, 20851 Lissone MB

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Enzo     +39 338 5246873
Elio    +39 392 6980588

 

Alleanza Evangelica Italia

Alleanza Evangelica Europea

Alleanza Evangelica Mondiale

 

 

News da Evangelici.net

evangelici.net