Il Signore volle mettere in guardia i discepoli: non è sufficiente avere un'etichetta cristiana, un atteggiamento conforme a pietà, una forma religiosa, per essere parte della Chiesa, per essere autenticamente cristiani. Si può possedere una parvenza cristiana senza esserlo, un abito esteriore che non corrisponde ad una realtà interiore. Pertanto mescolate ai vari credenti possono esservi nella Chiesa persone che non sono toccate dalla grazia di Dio, che non sono possedute dallo Spirito Santo, che non vivono la vita della fede, ma solo una vita religiosa.

Questa purtroppo è la realtà della Chiesa e Gesù ci avverte, attraverso la Sua Parola, di vigilare prima di tutto su noi stessi, per vedere se siamo nella fede (1Corinzi 13:5) e poi di guardarci da coloro che, pur facendo professione di pietà, ne hanno rinnegata la potenza (2Timoteo 3:5). Continua ...

Tratto dal libro: Il sermone sul monte

Autore: Carlo Bertinelli

Editore: Soli Deo Gloria